Fiori di Bach, i fiori dell’anima.

La salute dipende dall’essere in armonia con la propria anima. Il pensiero di Edward Bach era intenso e profondo. E dagli anni ’30 è più attuale che mai. Bach, medico chirurgo, sosteneva che

la cura di tutti i mali fosse ed è basata sull’idea che la guarigione deve avvenire trattando l’individuo e non il sintomo o la malattia. In particolare, i fiori di Bach agiscono sulla psiche della persona ovvero sulle condizioni emotive della persona stessa. Le condizioni emotive che, se non liberate e guarite, vanno a sfociare nel sintomo corporeo. Egli era estremamente convinto che gli atteggiamenti e le personalità delle persone influissero sul loro stato di salute. Il sunto del suo pensiero è quindi l’individuo e la sua personalità al centro e non lo stato clinico o la manifestazione clinica.

Il mondo della terapia di Bach o floriterapia è affascinante e questo approccio psichico ha, come conseguenza il fatto che, ad esempio, se diverse persone avvertono mal di schiena, queste non trarranno tutte beneficio dallo stesso rimedio, ma ognuno andrà trattato individualmente, come se fosse un caso singolo e la cura avverrà andando a ricercare la causa emotiva che ha scatenato la manifestazione sintomatica. Il Dr. Bach era un medico chirurgo che si allontanò dalla medicina ortodossa per approdare verso una medicina spirituale. Nella sua breve vita Bach mise appunto ben 38 rimedi, di cui 37 floreali ed uno a base di acqua di sorgente o Rock Water. A questi si aggiunge il Rescue Remedy o rimedio d’emergenza costituito da 5 fiori o rimedi (Clematis, Impatiens, Rock Rose, Cherry Plum e Star of Bethlem) da usare nelle situazioni di emergenza, quando cioè non si ha la possibilità di preparare o scegliere i rimedi per affrontare le situazioni che richiedono un intervento immediato. I primi fiori preparati in base alla sua intuizione furono Impatiens, Mimulus e Clematis. Nel suo libro “conosci te stesso” (Heal Thyself) Bach riporta che la malattia fisica è il risultato della mancanza di armonia con il proprio essere spirituale. I 38 rimedi sono divisi in 7 gruppi, ognuno di questi gruppi riporta i conflitti primari che alterano lo stato mentale. Questi sono: Paura, Incertezza, Insufficiente interesse nelle circostanze presenti, solitudine, eccessiva sensibilità alle influenze ed alle idee, scoraggiamento e disperazione, preoccupazione eccessiva per il benessere degli altri. In ognuno di questi gruppi però ogni conflitto può avere una caratteristica specifica. Per esempio le paure possono essere diverse ed ognuna va trattata con un fiore diverso. Per paure quotidiane e ben definibili si usa Mimulus, per paura sotto forma di terrore si usa Rock rose, Aspen per le paure inspiegabili, per la paura di perdere il controllo ci pensa Cherry Plum ed il Red chestnut per paura che possa succedere qualcosa alle persone care. Così come esistono i conflitti esistono altrettanti gruppi di guarigione che riguardano il potenziale positivo per ristabilire l’armonia. La scelta dei rimedi va fatta analizzando bene le condizioni emotive mentali che rappresentano ciascun rimedio ed il suo conseguente potenziale positivo ossia quale situazione devo ristabilire. Come si preparano i Fiori di Bach? Spesso un solo rimedio non è sufficiente, in tal caso si possono mescolare 6-7 rimedi ma, tra i floriterapisti, c’è chi sostiene che se ne possano mescolare anche di più. Appena si sceglie la combinazione dei rimedi bisogna mettere 2 gtt di ciascun rimedio in una boccetta da 30 ml con tappo contagocce contenente acqua minerale. Il Brandy usato serve da conservante. Come si assumono i fiori di Bach? La posologia è di 4 gtt per 4 volte al giorno. Se si sente la necessità, si possono prendere 4 gtt durante l’arco della giornata o in mezzo bicchiere d’acqua da sorseggiare piano e tenere in bocca qualche tempo prima di ingoiarle. Nel caso del Rescue Remedy la modalità di assunzione o posologia è diversa; le gocce si mettono sulla lingua oppure si diluiscono e si sorseggia ad intervalli regolari. Quando usare il Rescue Remedy? In tutte e situazioni improvvise, lutti, brutte ed improvvise notizie, problemi di famiglia, spaventi, incidenti, confusione, terrore, turbamento. Per aiutare ad affronatare situazioni stressanti come un esame, prima di un discorso in pubblico, prima di andare dal medico, quando si attendono notizie ecc…Per gli animali domestici, per i bambini e per gli adulti, i fiori di Bach sono indicati in qualunque età e sono privi di effetti collaterali. In un altro testo “I dodici guaritori ed altri rimedi” (The Twelve Healers and Other Remedies ) vengono riportati quelli che secondo lui erano i fiori per curare altri stati d’animo ed in particolare: Agrimony per l’irrequietezza; Chicory per la costrizione; Vervain per il fanatismo; Clematis per l’indifferenza; Centaury per la debolezza; Rock Rose per il panico; Mimulus per la paura; Cerato per l’ignoranza; Scleranthus per l’indecisione; Gentian per il dubbio; Water Violet per il dolore; Impatiens per l’impazienza.

Prodotti che potrebbero interessarti

Scrivi la tua opinione, per noi è importante!

 Accetto la memorizzazione dei miei dati.

*

Accetto la memorizzazione dei miei dati.

Tags :