Pomata unguento all’Arnica fai da te la ricetta e quanto costa

La pomata unguento all’arnica è una delle preparazioni erboristiche più semplici da preparare in casa. L’arnica è un’alternativa naturale ai prodotti farmaceutici.  E’ una pianta che somiglia molto ad una margherita gialla.  I suoi petali sono leggermente ricurvi e si trova sulle montagne. L’arnica è usata fin dall’antichità per curare ematomi e contusioni. E’ talmente versatile che la si può usare con sicurezza nei neonati e nei bambini. L’arnica è ottima infatti anche per ridurre il gonfiore o bozzo nella coscia dopo il vaccino del neonato.

Unguento pomata all’Arnica fai da te

Acquista-Online-arnica-e-Cerca-l'offerta-più-vantaggiosaEssendo una pianta usata da molto tempo nella medicina popolare e casalinga, è facile prepararla in casa. Di seguito la ricettaLa ricetta è l'autorizzazione del medico, in forma scritta... Leggi per la preparazione della pomata unguento all’ Arnica e Iperico, con azione antinfiammatoria da usare per traumi, tendiniti, contusioni e contratture muscolari. La Ricetta è facilissima e alla portata di tutti.

Ingredienti per la preparazione della pomata unguento all’arnica

Cera d’api gialla                                                       8 g   che corrispondono a circa 13 ml di cera d’api fusa

Olio di mandorle dolci                                           55 ml

Oleolito di Iperico                                                    15 ml

Tintura madre di Arnica                                        15 ml

Olio essenziale di menta                                         5 gtt

Olio essenziale di limone                                        6 gtt

Procedimento per la preparazione dell’unguento pomata all’Arnica

Si fa fondere la cera d’api (p.f. 62°) con gli oli dentro un bagnomaria. Appena la cera è fusa si aggiungono la tintura madre e gli oli essenziali. A questo punto si cola il preparato in un vasetto e si lascia riposare fino a raffreddamento. Per velocizzare l’operazione di raffreddamento si può mettere anche in frigo per un’oretta circa. Appena il composto risulta essere ben solido, l’unguento è pronto per essere usato.

L’unguento non contiene conservante e non è necessario metterne poiché è quasi privo di acqua e si conserva senza alterarsi per almeno 3 mesi.

Questo articolo è stato utile?

Si No

Scrivi un commento

*

Accetto la memorizzazione dei miei dati.