Ho la faccia piena di brufoli e punti neri, cosa posso fare?

L’acne o foruncolosi è un disturbo molto comune negli adolescenti e spesso anche negli adulti. La causa dell’acne è da imputare ad iperattività delle ghiandole sebacee presenti sulla pelle del viso, collo e spalle ma non solo.

Alla base della iperattività delle ghiandole sebacee ci sono gli stimoli ormonali, molto attivi in genere dai 13 ai 20 anni ma, in alcuni casi, anche fino ai 30.

L’acne è caratterizzata dalla comparsa di comedoni o punti neri e di foruncoli. 

Perchè si formano i brufoli?

La causa è l’occlusione dello sbocco di una ghiandola sebacea cui segue un rigonfiamento ed un ristagno della secrezione sebacea con conseguente infiammazione. Il sebo può infettarsi e trasformarsi in pus anche grazie ai batteri normalmente presenti sulla pelle. Ecco allora che spunta fuori il classico brufolo che si infetta soprattutto se si tenta di schiacciarlo o spremerlo.

Cosa fare in caso di acne e punti neri?

  • Lavare il viso con detergenti neutri o specifici, che non contengano sostanze cosiddette “occlusive” come ad esempio la vasellina e siano ricchi invece di sostanze antibatteriche e cheratinolitiche (acido azelaico o acido ditioortossibenzoico), essi agiscono sullo strato corneo più esterno della pelle e sui tappi di cheratina che occludono i pori

  • esporsi al sole aiuta in quanto il sole letteralmente “asciuga” i brufoli

  • usare disinfettanti e creme a base di sostanze astringenti ed antibatteriche o di oli essenziali purificanti per chi non è allergico, alcuni esempio sono l’olio essenziale di Tea tree, l’olio essenziale di Mirto e l’olio essenziale di Lavanda

  • evitare di schiacciare i punti neri ma soprattutto quelli bianchi col pus per non contaminare la zona circostante. Se ciò dovesse accadere è bene disinfettate con acqua ossigenata

  • Evitare i grassi animali e gli alcolici, evitare alimenti ad elevato indice glicemico come insaccati, fritti, zuccheri, latte e latticini

  • mangiare molta frutta e verdura

  • Effettuare dei peeling a base di acidi dolci della frutta può aiutare a causa della loro azione esfoliante e rigenerante 
  • Una o due volte alla settimana, fare una maschera all’argilla verde
  • Potete preparare in casa un sapone delicato alla Lavanda a base di Olio essenziale di Lavanda ed Olio di Oliva per la pelle acneica, mista ed impura che ha un’azione lenitiva e disinfiammante

Quali sono i farmaci ed i rimedi farmaceutici per la cura dell’acne e dei punti neri?

In Farmacia si possono trovare un mare di cosmetici che aiutano a combattere l’acne. Alcuni farmaci da banco contengono il benzoilperossido. Per esempio il Benzac ed il Panoxyl possiedono sia attività cheratinolitica che antimicrobica. Ci sono preparati a base di ossidi di zinco e titanio che agiscono favorendo la rimozione dei tappi di cheratina ed aiutano a rimuovere l’eccesso di sebo. Un prodotto conosciuto da sempre è lo Zolfo, la classica saponetta allo Zolfo ha azione esfoliante e rimuove gli strati superficiali evitando così l’occlusione dei pori. L’azione è ottimale se si associano sostanze con azione astringente tra cui l’Amamelide o Hamamelis Virginiana. Una buona abitudine è quella di effettuare la detersione e, prima di applicare la crema, vaporizzare la pelle con acqua di amamelide.

Esistono inoltre forme più severe di Acne il cui trattamento va oltre l’uso dei farmaci da banco. Queste forme di acne sono da gestire esclusivamente dal medico, generalmente un dermatologo che attua trattamenti più importanti con antibiotici per bocca con fermenti lattici ed acido retinoico che richiedono appunto la ricetta medica. Uno fra questi è L’isotretinoina, nome commerciale Aisoskin. Questo farmaco è uno stereoisomero dell’acido all-trans retinoico (tretinoina). 

Prodotti che potrebbero interessarti

Scrivi la tua opinione, per noi è importante!

 Accetto la memorizzazione dei miei dati.

*

Accetto la memorizzazione dei miei dati.

Tags :