ricetta per il sapone all'olio di monoi

Sapone al Monoi de Tahiti

Che cos’è il monoi de tahiti e come si ottiene?

Dal Fiore di Tiarè lasciato in infusione in Olio di Cocco si ricava un ottimo olio usato dalle donne della Polinesia Francese per nutrire e far risplendere i loro lunghi capelli neri. E’ possibile usare quest’olio per produrre un ottimo sapone al monoi de tahiti ad azione addolcente che nutre la pelle lavandola delicatamente ed avvolgendola con una morbida schiuma. Questo sapone è stato creato un sapone usando l’olio di Monoi al posto dell’ Olio di Cocco puro e una boccetta da 15 ml di fragranza di Monoi per esaltare il profumo. Il metodo usato è quello a freddo.

Come fare il sapone al Monoi de Tahiti?

La ricettaLa ricetta è l'autorizzazione del medico, in forma scritta... non è molto diversa da quella che serve per fare il sapone all’olio di cocco. La differenza è che per preparare il sapone al monoi de tahiti, si sostituisce totalmente o parzialmente l’olio di cocco con l’olio di monoi e si aggiunge l’essenza di monoi per avere un sapone profumato.

Leggi anche: Come fare il sapone liquido per le mani

RicettaLa ricetta è l'autorizzazione del medico, in forma scritta... per fare il sapone al monoi de tahiti

  •  800 grammi di Olio di Oliva
  • 150 grammi di Olio di Monoi
  • 50 grammi di Olio  di Ricino
  • 300 grammi Acqua distilta
  • 134,14 grammi di NaOH o soda caustica
  •  10-15 ml di Essenza di Monoi
  • 1 cucchiaino di Farina di Riso (è facoltativa ma serve per fissare l’essenza)
  • 1 cucchiaino acido citrico (è facoltativo ma è meglio aggiungerlo per evitare l’irrancidimento)

Procedimento per fare il sapone al monoi de tahiti

  1. Pesare la soda in un contenitore e l’acqua in una caraffa graduata.
  2. Versare la soda dentro l’acqua distillata e attendere che la temperatura scenda fino a 45° C .
  3. Pesare gli oli in un recipiente capiente e scaldarli fino a 45°C .
  4. Versare piano piano la soda dentro agli oli e mescolare con l’aiuto del mixer fino a che la soluzione raggiunge il nastro, cioè il momento in cui avviene il primo vero contatto chimico tra soda e oli.
  5. Appena si forma la pasta di sapone e sembra di poter scrivere su di essa, si cola il composto negli stampi e lasciarlo due giorni al coperto. Si possono usare delle vecchie coperte.
  6. Il secondo giorno sformare e lasciate sapone per due mesi a stagionare. L’olio di Cocco vi farà apprezzare un sapone dalla schiuma morbida e delicata.