Proprietà del Corbezzolo e Confettura

“Fiorisce di campanelle di cera nelle macchie, carico dei frutti maturi di un anno fa, e tu mangiane uno solo per lasciarli alle api che ti daranno il miele amaro, che è tanto raro, e ci ha dato un nome nel mondo”.

Fra Raimondo di Bonorva parlava così del Corbezzolo, quest’arbusto è anche chiamato albero delle fragole poichè i suoi frutti ne ricordano l’aspetto, ma ha un gusto diverso e una consistenza farinosa. 

Proprietà medicinali del corbezzolo:

Il corbezzolo, come tante altre piante medicinali, viene impiegato come antisettico urinario grazie all’Arbutina, un glicoside idrochinonico e ai tannini, di cui è ricco. Il corbezzolo ha inoltre azione antinfiammatoria e analgesica grazie agli iridoidi  asperuloside e gardenoside.

La tintura madre dalle foglie fresche di corbezzolo è utile per curare la cistite e la prostatite acuta per via dell’azione antisettica e per la capacità di favorire i processi riparativi a livello della mucosa uretrale. In casi di cistite è comunque meglio usare l’uva ursina, più ricca di arbutina ( 5-15%), rispetto al corbezzolo che invece è più ricco di tannini ( 16-37%) e quindi può determinare irritazione a livello del tratto gastrointestinale. La radice e le foglie, grazie alla loro azione astringente, venivano usate per curare la diarrea. Le foglie fresche e le giovani gemme erano usate per le infiammazioni delle vie urinarie e per gli ingorghi del fegato.

Il Corbezzolo, un frutto versatile

Il frutto ha un colore rosso arancio scarlatto e un sapore dolciastro e acidulo e si presta bene per diversi usi, viene consumato fresco, oppure sotto spirito, candito oppure come marmellata. Con acqua e zucchero si ottiene un liquore molto gradevole. Mentre con le bacche mature se ne fanno confetture per trattare la diarrea lieve.

Il Miele di Corbezzolo:

Il corbezzolo è famoso per il suo miele amaro, infatti la sua grande varietà di fiori a campanella ne fanno un ottimo arbusto gradito alle api che ne fanno un miele caratteristico usato per curare le affezioni bronchiali per via della sua azione antisettica. I responsabili del sapore amaro sono arbutina e metilararbutina. E’ amaro, ma è un amaro che piace e scompare presto.

Il Corbezzolo nella Medicina popolare:

Il ceppo del corbezzolo un tempo era indicato per curare la scabbia mentre la parte interna della corteccia ridotta in polvere era usata come cicatrizzante, come e insieme al lentischio.

Il Corbezzolo è una pianta forte e resistente. Per la sua resistenza all’inquinamento viene usato per il verde urbano stradale e lungo le autostrade. Inoltre grazie alla ricchezza di tannini. il corbezzolo era molto usato per la concia delle pelli. Reagisce con forza ai danni provocati dal bestiame al pascolo e alle intemperie e in caso di incedio è una delle prime piante a ricrescere insieme al lentisco, grazie alla sua rapidità di accrescimento e di sviluppo delle radici, rimboschimento e consolidamento dei terreni.

Come preparare la confettura di corbezzoli:

La preparazione è facile, servono bacche di corbezzolo, zucchero, la buccia grattugiata e il succo di due o tre limoni non trattati. Si fanno cuocere un poco i frutti in un ampio tegame, si filtra e si pesa il succo, si aggiunge lo zucchero pari al peso del succo. Si rimette il tegame sul fuoco e si mescola con un mestolo di legno, continuamente fino a condensarsi, poi si aggiunge il succo di limone. Quando il composto è ridotto in purea fino a restare attaccato al mestolo, lo si travasa in barattoli di vetro, precedentemente sterilizzati, e si lascia raffreddare sotto una coperta pesante.

marmellata.corbezzoli-strawberrytree arbutus-marmellata-corbezzoli