Perchè il foglio illustrativo si chiama Bugiardino

Perchè il foglio illustrativo si chiama Bugiardino è una domanda curiosa e per niente scontata. Per rispondere a questo quesito è doveroso tornare indietro nel tempo e precisamente fino alla nascita della moderna medicina, delle prime industrie farmaceutiche e, come ricorderanno i più vecchi informatori scientifici del farmaco ed i medici, alla “propaganda medicinale” per arrivare a capire perché il foglietto illustrativo era ed è a tutt’oggi chiamato Bugiardino.

Alla televisione ci consigliano di leggere attentamente le avvertenze riportate nel foglio illustrativo. 

Un tempo nei fogli illustrativi contenuti all’interno dei farmaci erano riportate le istruzioni d’uso che tendevano a riportare solo i pregi e l’efficacia del farmaco ed a millantarne straordinarie proprietà curative e terapeutiche piuttosto che riportare anche i “difetti” del farmaco in questione. Il foglio era quindi un piccolo bugiardo gentile!

Fino a qualche tempo fa, non esistevano leggi in materia farmaceutica volte a tutelare il consumatoretantomeno leggi sulla chiarezza e/o trasparenza.

Va da sé quindi che, pur di vendere, le aziende non riportavano, né sulla scatola né sul foglietto illustrativo, posologie e controindicazioniE’ chiaro che nelle indicazioni non vi erano certamente scritte bugie vere e proprie ma, nel complesso, il foglietto illustrativo era un “bugiardinonel vero senso della parola proprio a causa del fatto che mancava di riportare omettendo alcune informazioni importanti e fondamentali per la salute del paziente. Perchè tutto ciò? Perchè alcune di queste informazioni potevano interferire con la vendita o l’utilizzo dello stessa molecola compromettendo l’immagine sia del farmaco che dell’azienda farmaceutica.

Oggi, per fortuna, grazie alle nuove leggi e grazie alla presa di coscienza del consumatore sempre più curioso, attento ed informato, il Bugiardino riporta tutte le informazioni più importanti riguardanti un dato farmaco e meno male, aggiungiamo noi!

Queste informazioni sono talmente accurate, tecniche e professionali che, essendo rivolte più ai consumatori e poco agli specialisti, restano per lo più incomprensibili sia perché sono scritte in gergo tecnico sia perché sono riportate tante informazioni in spazi talvolta ridotti e scritti con font molto piccoli. Ormai il nome Bugiardino è talmente radicato nel linguaggio collettivo che, per quanto si siano cercati nomi alternativi come foglio illustrativo o foglietto illustrativo, il termine bugiardino, forse per simpatia o per abitudine, è e rimane un vocabolo che noi tutti colleghiamo a quello strano foglio, grande, poco leggibile e difficile da ripiegare che si trova all’interno delle scatole di tutti i farmaci.

Prodotti che potrebbero interessarti

Scrivi la tua opinione, per noi è importante!

 Accetto la memorizzazione dei miei dati.

*

Accetto la memorizzazione dei miei dati.

Tags :