Il Web contro il Fertility Day: è polemica

Il Fertility Day è un insulto per chi non ha figli. Il popolo del Web si scaglia contro l’istituzione, da parte del ministero della salute, del Fertility Day, giornata per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema della fertilità e sulla sua protezione, fissata per il 22 settembre del 2016. Un evento che sta riscuotendo interesse da parte della popolazione e che ha scosso l’opinione pubblica e il mondo del web.

Perchè il Fertility Day

Sul portale del Ministero della Salute si legge che la campagna legata ad incentivare psicologicamente la procreazione è stata promossa per 4 motivi: il pericolo della denatalità nel nostro Paese, la bellezza della maternità e paternità, il rischio delle malattie che impediscono di diventare genitori, l’aiuto della Medicina per le donne e per gli uomini che non riescono ad avere bambini.

fertilityday-slogan-cartolineSono 12 le cartoline con gli slogan del fertility day promossi dal ministro della Salute Lorenzin.  Si potrà inoltre giocare con il #fertilitygame, un giochino per educare i ragazzi su quali sono i  comportamenti sbagliati che inficiano la fertilità, tralasciando, a nostro avviso, di considerare la possibilità di non avere figli per infertilità legata a motivi medici rilevanti slegati dai 12 slogan.

Roberto Saviano sul Fertility Day

Uno dei primi a commentare e a sentirsi offeso da questi slogan è stato Roberto Saviano che dal suo profilo social tuona: “Il è un insulto a tutti: a chi non riesce a procreare e a chi vorrebbe ma non ha lavoro. E il 22 mi rovinerà il compleanno”. In un momento storico come quello in cui stiamo vivendo, dove si fatica a trovare lavoro, dove i giovani vanno via da casa dei genitori sempre più tardi, è difficile mettere al mondo figli. Sempre più spesso si fanno figli dopo i 30 anni, quando cioè l’orologio biologico della donna inizia ad essere a metà del suo percorso di vita. Altri ancora commentano: “Il governo prima pensi a disoccupazione e precariato giovanile” oppure “Non si fanno figli perché non si può”.

Gravidanza uguale lavoro a rischio?

fertility-day-lavoroQuesta non è una verità assoluta, con una buona dose di eccezioni, purtroppo c’è chi non fa figli per paura di perdere il lavoro magari precario, per l’incertezza del domani, perchè si vuole avere la speranza di garantire al bambino la serenità di poter affrontare le scuole e l’università senza troppe ristrettezze economiche. Molti datori di lavoro storcono il naso appena apprendono della gravidanza di una loro dipendente e altri ancora non assumono donne sulla trentina che ancora non hanno avuto figli. Rieducare quindi la comunità all’accettazione della maternità dalla maggioranza della collettività prima ancora che spingere a procreare.

Dieci cartoline e dieci slogan per il Fertility Day

fertility-day-lorenzinLe critiche principali sono rivolte agli slogan di alcune cartoline: “Datti una mossa, non aspettare la cicogna” o “La fertilità è un bene comune” che spicca accanto ad un rubinetto quasi fosse una campagna contro la privatizzazione dell’acqua. Ancora una clessidra in mano e la scritta “La bellezza non ha età, la fertilità sì”. Donne, sbrigatevi perché il vostro orologio biologico sta correndo e fatelo per il bene del vostro paese. E ancora “Genitori giovani. Il modo migliore per essere creativi“, coi piedi di una coppia incrociati e un sorriso,ma giovani quanto? Come a dire: non importa quanti anni hai basta che fai figli! Alcune coppie si sentono offese perchè ritengono di sentirsi private della libertà di scegliere quando e se fare figli, altre si sentono offese perchè non possono o hanno difficoltà ad avere figli. Senza menzionare l’aspetto prettamente economico che essere comporta al giorno d’oggi.

Prodotti che potrebbero interessarti