Olio di Canapa, quali vantaggi per la salute?

L’olio di canapa viene ottenuto dai semi di Cannabis Sativa spremuti a freddo. In inglese è detto Hemp Oil, possiede una spiccata azione antinfiammatoria e contiene la più alta percentuale di acidi grassi rispetto ad ogni altro olio.

L’olio di canapa vanta il beneficio di avere la perfetta quantità di acidi grassi omega 3, omega 6 ed omega 9 che svolgono un ruolo cruciale per la circolazione, la crescita cellulare ed il sistema immunitario. E’ l’olio di elezione per i vegetariani che non mangiano olio di pesce ma le sue azioni più importanti sono quelle antinfiammatoria ed antiossidanteMangiare Olio di Canapa apporta effetti benefici al cuore ed al sistema nervoso, stimola le funzioni cognitive e la memoria contribuendo a prevenire la demenza. Anche la pelle trae giovamento dall’assunzione dell’olio di canapa sia per via interna che per via esterna. L’olio di canapa è ricco di acidi grassi essenziali polinsaturi (cioè con due o più doppi legami) della famiglia omega. Chimicamente gli acidi grassi Omega (Ω) sono acidi grassi polinsaturi che possiedono un primo doppio legame in posizione 3 (Ω3) o in posizione 6 (Ω6) a partire dall’ultimo atomo di carbonio della catena che li forma. La maggior parte degli oli vegetali non contiene il rapporto ottimale di Ω6 e di Ω3 e tende a promuovere l’accumulo di prodotti intermedi che ostacolano il metabolismo degli acidi grassi. I due acidi grassi essenziali, l’acido linoleico (contenuto tra 50-80%) e l’acido alfa linolenico (tra 15-25%) sono presenti in rapporto 3:1, perfettamente bilanciato tale da farne un ottimo olio per uso nutrizionale. Un olio di Canapa che si rispetti dovrebbe contenere i seguenti valori nutrizionali per un cucchiaio (14g):

Acido Oleico (18.1 omega-9) 1,7g
Acido Linoleico (18:2 omega-6) 7,7g
Acido gamma-Linolenico GLA (18:3 omega-6) 0,5g
Acido alpha-Linolenico (18:3 omega-3) 2,5g
Acido Stearidonico SDA (18:4 omega-3) 0,1g
Vit E 18mg

Sono numerose le aziende che formulano e producono cosmetici a base di Olio di Canapa. Ottenuto per pressione a freddo, è ricco di vitamina E. E’ un olio leggero e molto secco per cui è ottimo da usare su tutti i tipi di pelle. Bisogna Prestare attenzione a conservarlo in un contenitore scuro ed al riparo da fonti luminose e dal calore in quanto irrancidisce in fretta, in circa sei mesi, a causa acidi grassi poliinsaturi. Non è un olio che si presta alla cottura o alla frittura, ha un basso punto di fumo. Per questo e per apprezzarne tutti i suoi benefici, è consigliabile consumarlo crudo, aggiunto alla pasta, al sugo, alle zuppe, al riso ed alle verdure cotte. Ha una sapore molto gradevole di nocciola ed un colore verde intenso. Si può usare come olio per condire l’insalata o nel pane al posto del burro. L’olio di Canapa, in virtù del contenuto di GLA o acido gamma linolenico , appartenente alla classe degli omega 6 ed è utile per la pelle. Perchè? Il corpo converte il GLA in prostaglandine. La pelle ha bisogno di prostaglandine ed una carenza di prostaglandine causa secchezza, comparsa di rughe e perdita di elasticità. L’assenza di prostaglandine causa invecchiamento e scarsa tolleranza verso i raggi del sole e qualunque danno della pelle tarda a guarire. L’olio di Canapa invece penetra sotto e dentro la pelle che diventa più morbida e meno soggetta ad eczema, psoriasi, prurito ed acne e anzi, una pelle con questi disturbi trae giovamento dall’uso di questo olio. Ottimo per i capelli per riparare i danni del sole, delle tinte e del phon. Meglio usarlo sulla pelle mescolato ad altri oli più morbidi in quanto si presenta secco e un poco difficile da spalmare in caso di massaggi. Gli acidi grasi essenziali sono importanti nella prevenzione e nella gestione di alcune malattie. Alcuni medici lo consigliano in caso di malattie asmatiche e affezioni respiratorie, sia delle basse che delle alte vie respiratorie; Utile per dermatiti atopiche ed affezioni cutanee varie (vitiligine, psoriasi, dermatite seborroica, acne, rosacea, lupus cutaneo ed ustioni);per malattie gastrointestinali come reflusso;problemi vascolari, disturbi femminili come cisti ovariche e disturbi del ciclo ed altre patologie di origine infiammatoria. Tra gli altri componenti di rilievo ci sono i fitosteroli e alcuni componenti la famiglia dei cannabinoidi tra cui il Cannabidiolo (CBD) che non ha effetti psicoattivi. La sua azione si svolge sul sistema delle anandamidi, cannabinoidi endogeni prodotte dal nostro corpo che modulano le risposte dell’organismo. Il Cannabidiolo agisce sul sistema immunitario agevolando le funzionalita’ cognitive e mentali attraverso l’attivazione dei recettori specifici. Effetto dilatatore dei cannabinoidi sui bronchi. Contiene edestina ed albumina che svolgono un ruolo importante nella formazione delle immunoglobuline, cioè anticorpi necessari per prevenire ed limitare i processi infiammatori. Per chi fa i mastri saponai è importante sapere il coefficiente di saponificazione o SAP dell’olio di canapa che è pari a 135-137g di NaOH.

Prodotti che potrebbero interessarti

Scrivi la tua opinione, per noi è importante!

 Accetto la memorizzazione dei miei dati.

*

Accetto la memorizzazione dei miei dati.

Tags :