10 Piante selvatiche commestibili

Non tutti sanno che esistono un grande numero di specie selvatiche che sono commestibili. Queste piante crescono spontanee,  nessuno le coltiva e sono addirittura considerate infestanti. Spesso vengono strappate considerandole erbacce invece rappresentano dei veri e propri doni che madre natura ci offre per alimentarci. Sono chiamati fitoalimurgia, letteralmente phyto, alimenta e urgentia, ossia piante come soluzioni in caso di urgenza alimentare. Complice di questa dimenticanza o non curanza è l’industrializzazione, lo sviluppo economico ed il miglioramento della qualità della vita. I nostri vecchi le conoscevano bene, infatti usi e ricette di queste sono state tramandate di generazione in generazione. Ne elenchiamo alcune ma il portfolio è davvero ampio!

Bietola selvatica

bietola selvaticaBeta vulgaris è una pianta diffusa nei terreni incolti e nei sentieri. Fin dalla preistoria l’uomo ha apprezzato e gustato quest’ortaggio. La bietola è ricca di vitamina A e molti sali minerali tra cui il ferro. Fa bene all’intestino stimolando la peristalsi e fa bene alla pelle. In alcuni testi è riportata un’azione contro mal di testa e capogiro ma anche in caso di infiammazione della milza e delle vie urinarie. Si fa lessare in poca acqua e si mangiasSoffritta con la cipolla, come condimento per la frittata, condita con olio di oliva oppure si può usare come ripieno per ravioli, focacce e torte salate.

Porcellana o Portulaca

Portulaca_oleraceaPare che gli Indiani mangiassero questa pianta dal portamento strisciante da migliaia di anni. Mescolata alle insalate, le foglie crude sono diuretiche ed emollienti. masticate sono speciali per le gengive infiammate.

 

 

 

Borragine

borragine fiore commestibileLa Borragineborragine olioLa Borragine è una pianta spontanea molto usata in cucina c... Leggi o Borrago officinalis è diffusissima soprattutto nei terreni incolti. Calcio Ferro MagnesioElemento chimico e minerale importante contenuto nelle cellu... Leggi ed acido ascorbico, sono i costituenti principali. Amica delle pelli grasse ed irritate, l’olio di borragine ma anche la foglia è un supplemento utile in caso di pelle sensibile ed eczemi.

 

 

Ortica

OrticaNumerosi sono stati nei secoli gli usi dell’ortica, non solo in cucina ma anche come insetticida, medicinale, fertilizzante. Si può mangiare nelle tagliatelle alle ortiche e panna, nel risotto alle ortiche ma anche nella minestra. L’organismo ringrazierà a causa degli effetti benefici grazie alla presenza di carotene, vitamine A e B2, K, sali di fosforo e zolfo, magnesio e potassio. L’ortica prude se la si tocca! Si ma dopo una leggera sbollentatura la si rende innocua. Ma perché l’ortica dà prurito se viene toccata? La causa è dovuta alla presenza nella parte basale dei peli di acido formico e tossina albuminoide nonché istamina ed acetilcolina.

Cicoria

cicoria selvaticaDai capolini sbucano fuori i fiori di un bel colore celeste intenso, si schiudono al sole del mattino e si richiudono alla sera. Le radici e le foglie si usano prima che fiorisca. La radice di cicoria tostata fornisce un ottimo surrogato al caffè anche conosciuto come caffè prussiano. Le radici e le foglie sono straricche di sostanze: la cicorina, un glucoside amaro, colina, inulina, mannite, levulosio, resine, mucillaggini calcio e ferro, vitamine B, C, P ,K, stomachica, depurativa, lassativa, amaro-tonica, diuretica e stimolante del fegato. Ottima bollita ma anche nell’insalata verde con aggiunta di olio extra vergine di oliva e limone.

Asparago

cibo Asparago SelvaticoLa pianta dell’asparagus officinalis è erbacea perenne, si trova nei boschi e vicino alla macchia mediterranea propriamente detta costituita da asfodelo, caprifoglio e lentischio. Gli asparagi si raccolgono i getti o meglio turioni per scopi alimentari, in fitoterapia si usano il rizoma e le radici. Ricco di Asparagina che si trasforma in metilmercaptano e causa il caratteristico odore intenso alle urine appena mangiati. Ha una spiaccata azione diuretica dovuta alle vitamine ed ai minerali che contiene ma soprattutto all’olio etereo volatile. Quest’olio “irrita”le vie urinarie stimolando l’eliminazione dei cloruri. Ricca di vitamine B1 B9 B2 C PP. Non solo, esso contiene una certa quantità di amminoacidi arginina e colina, nonché sali potassici e mucillaggini. grassi resine zuccheri ed acido gallico.

Malva

malva sylvestrisLa malva silvestre è ricca di mucillaggini, questa erbacea è usata sia a scopo medicinale che alimentare. Ricca di oli essenziali, acido tannico, glucosio, vitamine A,B e C nonché mucillagini e pectina. Da maggio a settembre possiamo raccogliere le foglie per farne un risotto, una minestra o perfino un ripieno per le omelette: una volta cotta, va tritata e mescolata con un po’ di formaggio grattugiato. Gli antichi romani la mangiavano come verdura. Bisogna cogliere le foglie al mattino ancora intrise di rugiada e sbollentate un paio di minuti in acqua bollente. Le foglie lessate inoltre possono essere usate come ripieno per gli agnolotti, torte salate e nelle frittate.

Tarassaco

tarassacoDente di Leone o soffione, ampiamente usato come depurativo. Contiene sali minerali come potassio e ferro ma anche vitamine del gruppo A, B e C. Efficace contro i calcoli biliari. Il sapore è amaro, come le erbe depurative, si consiglia di  lessare le foglie e condirle con olio e sale, meglio se mescolato ad altre erbe più dolci.

 

 

Calendula

calendula-scottature-solari-ustioni-sole-Della Calendula abbiamo parlato in abbondanza, in campo alimentare i sui fiorellini possono essere consumati insieme all’insalata.

 

 

 

 

Lampascione

lampascione muscariMuscari comosum dal retrogusto amarognolo. Del lampascione si mangiano i Bulbi poco prima della fioritura per un sapore più lieve, sott’olio o sott’aceto ma anche lessati, fritti, cotti sotto la cenere o rosolati, in padella o al forno.

 

 

 

 

Per saperne di più sulle piante selvatiche commestibili, vi consigliamo di consultare questo opuscolo  “le piante selvatiche commestibili“.

Scrivi la tua opinione, per noi è importante!

 Accetto la memorizzazione dei miei dati.

*

Accetto la memorizzazione dei miei dati.

Tags :