10 Cibi Verdi da mangiare ogni giorno

Mangiare Verdure, si sa, è una delle cose da fare ogni giorno. Dei Cinque pasti della giornata, tre dovrebbero essere costituiti solo da ortaggi. Le nostre Nonne lo dicevano sempre! E allora vediamo quali alimenti verdi non devono mai mancare e perchè.

1) Cavolo: Il cavolo è una bomba di benefici per la salute. Una singola porzione da 100 grammi di cavolo crudo contiene già le seguenti dosi giornaliere raccomandate: 10% di potassio, il 35% dei folati, 200% di vitamina C ed una quantità enorme di vitamina K ( l’881%). Inoltre, il cavolo ha il più alto contenuto di antiossidanti tra tutte le verdure comunemente consumate. È una fonte particolarmente ricca di luteina che è considerata un agente chemiopreventivo, potente contro il cancro al colon.

2) Avocado: A prima vista, il profilo nutrizionale dell’ avocado non sembra impressionante. A differenza di cavoli, gli avocado hanno meno vitamine e minerali. L’avocado contiene un composto anti-infiammatorio eccellente. In uno studio in cui è stato utilizzato l’avocado per integrare i vegetali con farmaci sintetici come ad esempio gli anti-infiammatori non-steroidei (FANS) nei pazienti che soffrono di dolore cronico, è stato dimostrato che l’avocado in maniera del tutto sicura, riduce efficacemente ed in modo significativo il bisogno di un malato di artrosi di usare i FANS dopo sei settimane di terapia. In secondo luogo, l’avocado è ricco di sostanze fitochimiche che bloccano non solo la crescita del cancro, ma possono anche indurre la morte delle cellule tumorali senza causare danni alle cellule normali e sane del corpo. In terzo luogo, a parte i suoi benefici per la salute, l’avocado grazie al contenuto di grassi sani permette al corpo di assorbire più licopene, beta-carotene, luteina contenuti nei cibi se consumati insieme all’avocado.

3) Tè verde: a differenza di quello nero, il tè verde è estremamente ricco di polifenoli non ossidati, come catechine, che costituiscono quasi un terzo del peso delle foglie di tè verde secche. Questi polifenoli sono importanti per prevenire il cancro, uccidere diversi tipi di tumori, ridurre il colesterolo, per il trattamento di malattie degenerative come il morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson ed arteriosclerosi.

4) Peperone verde: I peperoni verdi sono ricchi di luteina. Anche se la luteina è spesso associata alla prevenzione di malattie dell’occhio come cataratta e degenerazione maculare. Questo carotenoide mostra anche un’azione preventiva nelle malattie cardiache e nel diabete di tipo 2. 

5) Cavoletti di Bruxelles: Le quantità di vitamine C e K contenuti nei cavoli di Bruxelles sono piuttosto alti dal 142% al 221% DV, rispettivamente per 100 grammi di germogli. Questo ortaggio ha anche l’8% di Potassio, il 15% di folati ed il 13% di triptofano. Ma ciò che mette i cavolini di Bruxelles in cima alla classifica è la loro quantità di glucosinolati. In un gruppo di culticazioni analizzate per valutare il loro tenore di glucosinolati da parte del Servizio di Ricerca Agricolo e il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, i cavolini di Bruxelles stanno in testa, sopra broccoli, cavolfiori, cavoli, cavoli rapa, senape e cavoli. Che cosa c’è di così speciale glucosinolati? Quando i glucosinolati vengono a contatto con un enzima chiamato mirosinasi (e questo accade quando vengono masticati i glucosinolati contenuti nel cibo), i glucosinolati si trasformano in isotiocianati. E gli isotiocianati hanno dimostrato la capacità di prevenire la moltiplicazione delle cellule tumorali e di causare la morte di queste cellule, non solo in laboratorio, ma anche in un corpo vivente.

6) Kiwi: Il Kiwi è estremamente ricco di vitamina C, molto più del famoso arancio. In realtà, 100 grammi di kiwi hanno quasi l’ 80% in più di vitamina C rispetto a 100 grammi di arancia. Qual è il vantaggio di avere tanta vitamina C? I ricercatori hanno scoperto che il consumo di frutta ricca di vitamina C come il kiwi, anche solo una volta alla settimana, riduce i sintomi respiratori quali dispnea, mancanza di respiro, tosse cronica o notturna ed alcuni tipi di rinite. Questo può essere utile per chi soffre di asma. Gli studi hanno anche dimostrato che l’estratto di kiwi è più efficace della vitamina C sintetica nel prevenire il danno ossidativo al DNA che è coinvolto nello sviluppo del cancro. 

7) Fagioli verdi: I Fagiolini sono tra le fonti più ricche di silicio. Anche se il silicio non è spesso menzionato nelle guide nutrizionali, un’evidenza scientifica crescente suggerisce che questo minerale è essenziale per la formazione di ossa sane. Oltre al silicio, i fagiolini sono anche ottime fonti di antiossidanti come licopene, luteina e beta-carotene.

8) Cetrioli: I cetrioli hanno “un’azione detergente”interna; essi rimuovono le tossine chimiche ed i vecchi rifiuti dal corpo. Contengono anche diversi composti anti-cancro e mostrano un’azione potenziale come agenti anti-diabetici ed antiossidanti. Questo ortaggio può anche essere un buon modo alternativo di alleviare il dolore causato da artrite e da altre malattie infiammatorie. E’ stato scoperto che i cetrioli hanno un effetto analgesico paragonabile a quello del diclofenac sodico, il principio attivo antidolorifico del popolare Voltaren, un farmaco antinfiammatorio non steroideo.

9) Olive verdi: Anche se le olive non Brillano per contenuto di vitamine e minerali, contengono molti antiossidanti potenti che sono ben assorbiti dal corpo umano. Solo 10 mg apporto giornaliero di olive verdi è sufficiente a produrre un miglioramento osservabile sui livelli di colesterolo di una persona. Il frutto dimostra avere anche un’azione preventiva nel cancro al seno e nella gestione dei sintomi allergici.

10) Spinaci: Cento grammi di spinaci crudi contengono una buona quantità di ferro e folati. Questo li rende un vegetale quotidiano estremamente vantaggioso per le donne, in particolare quelle in età fertile. Ma anche quelle in menopausa dovrebbero consumare spinaci ogni giorno. Ci sono prove che dimostrano che gli spinaci possono invertire il declino cognitivo e fisico legati all’età, migliorare equilibrio ed altri problemi neuronali e comportamentali.

Naturalmente, quando diciamo “verde”, non dobbiamo parlare solo di colore. Essere green è uno stile di vita, essere Verde vuol dire tornare ad un modo pulito, sicuro, naturale e sostenibile di vivere. Consigliamo inoltre di mangiare organico. Ciò contribuirà a garantire che frutta e verdura consumate siano veramente pulite e prive di sostanze chimiche che possono danneggiare il corpo, piuttosto che aiutarlo.

Articolo liberamente tradotto da 10 Super Green Foods To Eat Every Day

Prodotti che potrebbero interessarti

Scrivi la tua opinione, per noi è importante!

 Accetto la memorizzazione dei miei dati.

*

Accetto la memorizzazione dei miei dati.

Tags :