acido folico

L’acido folico, conosciuto anche come vitamina B9, fa parte delle vitamine del complesso B. Fa parte della classe delle vitamine anti anemiche. Esso è fondamentale nella sintesi del DNA e dell’RNA. L’acido folico controlla i livelli di omocisteina. Se questi livelli sono elevati si può andare incontro a problemi cardiovascolari.

La carenza di acido folico può portare alla anemia megaloblastica, una malattia in cui i globuli rossi diventano molto grandi con forma anomala ed hanno vita breve. L’introduzione di acido folico è essenziale in gravidanza poiché il feto sottrae molto acido folico alla madre rendendola più vulnerabile alle malattie ed eventuali complicazioni come distacco della placenta e nascita prematura così come anche ad emorragie post pasto. Nel feto inoltre è fondamentale per lo sviluppo embrionale ed una sua carenza è un fattore di rischio per la comparsa di difetti congeniti a carico dell’asse cerebrospinale come encefalia e spina bifida.

La sua assunzione è consigliata quindi in gravidanza e allattamento, nelle donne che fanno uso dei contraccettivi orali, nei fumatori, nelle persone stressate e debilitate da malattie croniche e negli anziani.

L’acido folico è contenuto nelle verdure a foglia verde come spinaci, legumi, germe di grano e mais, lievito di birra, fegato anche se viene parzialmente distrutto dalla cottura dei cibi.

Questo articolo è stato utile?

Si No

Scrivi un commento