Mal di stomaco! Che fare?

Bruciore di stomaco e sensazione di acidità sono le due facce del Mal di Stomaco. Esso è un disturbo molto frequente tra la popolazione adulta. Le motivazioni che portano lo stomaco a “bruciare” sono diverse; tra queste il fumo, lo stress, un’alimentazione disordinata e la sedentarietà. Se questi bruciori si verificano solo dopo il pasto, la strategia è evitare alimenti che stimolano la secrezione acida come caffè, tè concentrato, cioccolata, menta, cibi piccanti e speziati, alcool, succhi di frutta, arancia e pompelmo, pomodoro, salumi, grassi crudi e cotti (sughi di carne, brodi e fritti), latticini come panna, mascarpone e formaggi stagionati, fumo. Fa bene usare l’olio extravergine di oliva per condire il cibo in quanto favorisce la secrezione della bile e diminuisce la permanenza dei grassi nello stomaco.

Oltre al cibo, alcune semplici regole comportamentali possono aiutarci:

  • masticare lentamente
  • preferire tanti piccoli pasti piuttosto che pochi e abbondanti
  • evitare pasti troppo caldi
  • mantenersi leggeri la sera
  • condurre una vita rilassata e senza stress
  • evitare i FANS ossia i farmaci antinfiammatori non steroidei ed antidolorifici. se proprio non se ne può fare a meno, usare un gastro protettore e assumerli a stomaco pieno
  • evitare di sdraiarsi dopo il pasto e, se si soffre di reflusso, dormire con un rialzo di 20 cm sotto la testa.

Se dopo il pasto si avverte stanchezza con sbadigli probabilmente la digestione è lenta: siamo di fronte alla famosa “dispepsia”, cioè lo stomaco ed il pancreas producono pochi enzimi digestivi o il cibo era troppo pesante, i movimenti gastrici sono ridotti.

Perchè i Fans fanno sono gastrolesivi e possono far venire mal di stomaco? 

I Fans agiscono bloccando una classe di enzimi chiamati cicloossigenasi o Cox. Ne esistono tre isoforme: cox1, cox2 e cox3. L’inibizione della cox1 porta lo stomaco ad interrompere la produzione del muco gastrico. Questa inibizione comporta dolore e bruciore ecco perchè si consiglia di assumere i Fans a stomaco pieno in maniera tale che lo stomaco sia protetto dal muco secreto grazie alla digestione. I Farmaci usati per offrire un beneficio a dolore e bruciore di stomaco sono tanti e diversi, sono i farmaci antiacidi ed i farmaci antisecretori. Proviamo a fare una distinzione per guidarvi, nell’automedicazione, alla scelta di quello che fa al caso vostro.

I farmaci per il mal di stomaco si distinguono in tre categorie:

  1.  antiacidi ed antisecretori gastrici, riducono l’acidità dei succhi gastrici dello stomaco e la secrezione di acido cloridrico
  2. digestivi con enzimi (lattasi) favoriscono la digestione in caso di intolleranza al lattosio.
  3. procinetici, in caso di dispepsia aumentano la velocità di svuotamento dello stomaco, come ad esempio la metoclopramide contenuta nel Geffer.

Ma lo stomaco, come funziona?

Ogni giorno vengono prodotti circa 3 litri di succo gastrico, questo è costituito da pepsina ed acido cloridrico (HCl) con un’azione altalmente corrosiva. Lo stomaco, in condizioni normali, ha la capacità ai proteggersi da questa soluzione acida, producendo nella sua parete muco, bicarbonato per neutralizzare l’acidità ed un ormone, la gastrina che regola la produzione di acido cloridrico ed attiva il piloro che fa passare il cibo parzialmente digerito nel duodeno.

Farmaci per il mal di stomaco: gli Antiacidi

Alcuni farmaci neutralizzano l’acido e sono composti d’alluminio o composti di magnesio o il bicarbonato. I sali di Alluminio possono portare stitichezza mentre i composti a base di magnesio possono produrre diarrea. Il Maalox, per esempio è un mix di sali di magnesio ed alluminio combinati in maniera tale da bilanciare gli effetti collaterali opposti di stitichezza e diarrea. Ce ne sono altri che riducono la produzione di acido (cimetidina e famotidina)

I composti a base di calcio, come il calcio carbonato nel Digestivo Antonetto, magnesio (Magnesia Bisurata) ed alluminio possono ritardare o impedire l’assorbimento di alcuni farmaci, in tal caso è bene distanziare l’assunzione di due ore. Il bicarbonato di sodio (Citrosodina) non è indicato a chi soffre di ipertensione e in chi deve seguire una dieta povera di sodio. Gli effetti collaterali di questi farmaci sono rari se si rispettano la posologia e le precauzioni d’utilizzo riportate nel foglietto illustrativo.

Farmaci per il mal di stomaco severo: gli antisecretori

Se i bruciori si presentano sia prima che dopo il pasto e creano disagio nell’affrontare la giornata, può darsi che alla base ci sia una patologia importante come la gastrite o il reflusso gastroesofageo che deve essere curata dal e sotto controllo medico, magari con un gastro protettore come ad esempio un inibitore di pompa protonica (Lansoprazolo, Esomeprazolo, Omeprazolo (Omeprazen), Pantoprazolo, Rabeprazolo) o con antiistaminici H2 (Ranitidina) e con sostanze filmanti come il sucralfato e neutralizzanti come ad esempio Gaviscon e Riopan o magaldrato).

In ogni caso il mal di stomaco non è un disturbo da sottovalutare o prendere con leggerezza. Parlatene sempre col vostro medico e/o col farmacista che saprà darvi i migliori consigli per affrontarlo nella migliore maniera possibile.