Echinacea proprietà, indicazioni, interazioni e avvertenze

L’Echinacea è un fiore dai petali violacei appartenente alla famiglia delle Compositae.
Di origine Nord Americana, veniva usata dai Nativi americani a scopo terapeutico per curare le piaghe, le ferite e i morsi di serpente a sonagli.
Oggi è usata ampiamente nella profilassi e nel trattamento delle malattie da raffreddamento grazie alla sua capacità di aumentare le difese immunitarie stimolando l’attività dei macrofagi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAProprietà dell’Echinacea:

In caso di infezioni rino-oro-faringee, il principio attivo più importante, l’Echinacoside con attività antibiotica naturale e spettro d’azione paragonabile a quello della penicillina, è capace di ridurre la durata delle malattie da raffreddamento. Se la cura è fatta a scopo prevetivo, viene diminuito il rischio di ammalarsi. La pianta infatti è utile per combattere batteri, funghi e virus.

L’Echinacea sulla pelle:

Sulla pelle ha un’azione benefica, cicatrizza, riepitelizza e aumenta le difese della pelle, rendendola più resistente alla penetrazione dei microrganismi. Come? Inibisce l’enzima batterico ialuronidasi che può degradare l’acido ialuronico che conferisce all’epidermide resistenza meccanica contro l’ingresso di funghi e batteri.

Controindicazioni, avvertenze e precauzioni d’uso

Questa pianta non è esente da controindicazioni. Sebbene utilissima, bisogna prestare attenzione in caso di allergia o sensibilità alle compositae, nei pazienti intolleranti alle asteraceae potrebbe causare reazioni cutanee. La sua assunzione è sconsigliata nei pazienti in terapia immunosoppressiva e nei soggetti affetti da sclerosi multipla, leucocitosi, patologie del connettivo, collagenosi, lupus, malattia tubercolare e  AIDS/HIV. Evitare trattamenti superiori alle 8 settimane e usare con cautela nei pazienti con insufficienza epatica. Evitare in gravidanza e allattamento poiché non si conoscono studi clinici.

Interazioni con altri farmaci:

Precauzione inoltre all’uso concomitante di Paracetamolo o Tachipirina, amiodarone, steroidi anabolizzanti, metotressato e ketoconazolo poichè potrebbe potenziare gli effetti epatotossici di questi farmaci.

Formulazioni in commercio:

In commercio esistono tanti prodotti a base di Echinacea, da sola come estratto liquido alcolico, estratto liquido analcolico, sciroppo e caramelle per la gola infiammata o in associazione con altri estratti ricchi di vitamina C e polifenoli. Tra le aziende che vendono integratori a base di l’Echinacea in Italia ci sono la ESI con la linea di integratori Echinaid e la Aboca che offre un estratto fluido alcolico e un concentrato in capsule di echinacea e una linea di echinacea combinata, Immunomix in sciroppo e immunomix plus in opercoli.