Cicatrene polvere o crema a cosa serve e come si usa

Cicatrene polvere o crema è un farmaco per uso locale costituito dall’associazione di antibiotici e aminoacidi che serve per curare ferite infette, follicoliti, foruncolosi e piccole bruciature.
E’ prodotto dall’azienda Johnson & Johnson. Lo si può acquistare in farmacia e parafarmacia senza la prescrizione medica. Il Cicatrene è un rimedio abbastanza versatile e funziona bene per rimarginare le ferite.

A cosa serve e indicazioni

Cicatrene® polvere o crema è usato per curare piccole ferite e lesioni cutanee. Ha una duplice azione legata ai principi attivi contenuti. Grazie a due antibiotici (Neomicina e Bacitracina) in esso contenuti, combatte le infezioni che possono derivare dal contatto tra la parte lesa e i germi. Inoltre, grazie agli amminoacidi (Treonina, Glicina, Cisteina), favorisce la cicatrizzazione della cute riparando i tessuti lesi.

Quali sono le sostanze contenute nel Cicatrene

Cicatrene contiene i seguenti principi attivi: neomicina/bacitracina/cisteina/treonina/glicina
Ogni grammo di crema e/o polvere contiene: neomicina solfato 3.300 ui, bacitracina zinco 250 ui, glicina 10 mg, l-cisteina 2 mg, dl-treonina 1 mg.

Posologia e modo d’uso

Dopo aver pulito la ferita, Applicare un sottile strato di crema od un leggero spruzzo di polvere due volte al giorno al rinnovo della medicazione.

Prezzo

Il prezzo del Cicatrene in crema normalmente è di € 8,90, tuttavia, in offerta nei diversi e-commerce online lo si trova scontato fino a € 8,01
Il prezzo del Cicatrene in polvere è normalmente di € 8,90

Avvertenze 

In genere il prodotto è abbastanza tollerato, tuttavia è consigliabile evitare di applicarlo in caso di ipersensibilità, anche sospetta, a qualcuno dei suoi componenti. Non usare il prodotto vicino agli occhi e in caso di infezioni del condotto uditivo in caso di perforazione del timpano. Le persone sensibili ad altri antibiotici aminoglucosidici, possono sviluppare sensibilità nei confronti del Cicatrene. L’uso prolungato in zone della pelle estese o ulcerate, può comportare un assorbimento eccessivo della Neomicina contenuta nel prodotto con segni di tossicità del rene e dell’orecchio, specie in soggetti con problemi in questi due organi.
Nella prima infanzia e nelle donne in gravidanza è sempre consigliato usare il prodotto sotto controllo medico.

Interazioni con altri farmaci

Si sconsiglia di somministrare contemporaneamente altri antibiotici aminoglucosidici come ad esempio gentamicina, framicetina e kanamicina

Cicatrene sui brufoli

I brufoli sono infezioni nodulari sui quali si sviluppa una pustola contenente pus. Questa infezione colpisce in genere gli adolescenti ed è legata a squilibri ormonali. Negli altri casi, il manifestarsi dei brufoli può dipendere da stress, debilitazione del sistema immunitario e alimentazione non adeguata. Applicando cicatrene direttamente sul brufolo, si abbatte l’infezione e si favorisce la corretta cicatrizzazione dello stesso.

Cicatrene, meglio in polvere o crema?

Dal punto di vista dell’azione terapeutica, i due farmaci si equivalgono, quello che cambia sono gli eccipienti che servono per ottenere le due diverse formulazioni. In genere la crema è consigliata per trattare infezioni cutanee superficiali, foruncoli, follicoliti, piccole escoriazioni, bruciature e taglietti.
La polvere invece è indicata in caso di ferite aperte, l’umidità farà si che il prodotto abbia una maggiore aderenza sulle superfici interessate.

Cicatrene scaduto si può usare?

Come per molti altri farmaci, usare farmaci scaduti non comporterebbe danni particolari o eventi tossici, è più probabile che il farmaco perda il suo effetto e diventi quindi inattivo. Se il farmaco è conservato con cura, in genere è possibile usarlo fino a dopo 3-6 mesi dalla data di scadenza. Questa è una regola generale che va valutata caso per caso.
Hai provato Cicatrene? Dicci come ti sei trovato e cosa ne pensi