semi di chia

Cosa sono i Semi di Chia, a cosa servono e dove si comprano

I semi di chia sono semini molto piccoli di una pianta originaria del Messico e del Guatemala chiamata Salvia Hispanica. Sembrano piccolissime uova schiacciate alcune bianco-grigiastre, altre bianche con venature tendenti al blu-nero-grigio. Anch’essi alimento dell’anno insieme alle bacche di Goji, i semi di Chia meritano di essere menzionati e di essere introdotti nella dieta grazie al loro pool di sostanze nutrienti.

Cosa sono i Semi di Chia? Un po di storia

Appartenente alla famiglia delle Lamiaceae o Labiatae, la Chia o Salvia Hispanica ha una storia molto variegata ed importante che merita di essere ricordata. I Semi di Chia erano ampiamente coltivati dagli aztechi ed il loro nome in Azteco significa “semi della forza” perché questi popoli mesoamericani credevano di diventare sempre più forti mangiando i semi. La storia narra che i semi di chia fossero talmente preziosi da costituire parte del cibo base di maya ed aztechi, che venissero usati come tributo ai sovrani e come cibo da offrire agli dei durante le cerimonie. Inoltre, le nazioni conquistate dagli aztechi avevano l’obbligo di pagare un tributo di 4.000 tonnellate di sementi all’impero Azteco.

Caduti in disuso e riscoperti

La Salvia Hispanica ha rischiato l’estinzione a causa dei conquistadores spagnoli che, nel 1500, bruciarono tutte le riserve ed i raccolti dei semi di chia a favore di altre colture, sia per paura dei poteri magici di questa pianta a loro sacra, sia per soddisfare le richieste di cibo degli europei. Preferirono orzo, frumento, carote, mais e fagioli. Così, questa piccola piantina crebbe solo nelle montagne del Messico e Guatemala e fu anche importata in Spagna ma per scopi alimentari venne perlopiù dimenticata. Fu riscoperta circa vent’anni fa grazie all’intervento di alcuni studiosi in Argentina, Colombia e Perù che vollero reintrodurla nella dieta a causa delle sue comprovate qualità nutrizionali.

Cosa contengono i semi di Chia?

  • Una grande quantità di ferro, tre volte in più rispetto ai comuni spinaci!
  • Acidi grassi della serie Omega 3; i semi, ricchi di omega tre, sono paragonabili dal punto di vista nutrizionale a quelli del lino, sesamo e canapa. Un cucchiaio al giorno di semi di chia è capace di ricoprire il fabbisogno giornaliero di ala (acido alfa linolenico, il grasso omega 3 usato dall’organismo per produrre EPA e DHA).
  • La pianta somiglia alla melissa e alla menta ma, a differenza di queste, di cui comunque è un parente lontano, ha un contributo notevolmente importante di fibre. Ne contiene circa 34 g ogni 100g.
  • E’ uno dei cibi che Contengono la più grossa quantità di calcio, circa 600 mg ogni 100 g.
  • Sono una fonte di MagnesioElemento chimico e minerale importante contenuto nelle cellu... Leggi, ne contengono 15 volte in più rispetto ai broccoli.
  • Sono ricchi di potassio, 50 g di semi di chia contengono l’equivalente in potassio di 100 g di banane, due volte di più!
  • Non meno importante è il contenuto di Vitamina C, ne hanno circa quattro volte in più rispetto ai kiwi e sette volte in più rispetto alle arance

Quali sono le indicazioni e le proprietà della Salvia Hispanica? Come agiscono i semi di Chia?

  • L’alto contenuto di fibre rende la chia utile per agevolare il transito intestinale (i semi assorbono molta acqua formando un gel che esercita un’azione sulla motilità intestinale), inoltre il gel può captare e trattenere scorie e tossine dell’intestino migliorando le condizioni nei soggetti con stitichezza e colon irritabile. Questa capacità di rigonfiarsi porta all’organismo un senso di sazietà utile nelle diete volte alla perdita di peso.
  • L’enorme quantità di Calcio fa dei semi di chia un’ottima fonte di approvigonamento per il corpo per rafforzare i denti e le ossa.
  • Il basso indice glicemico conferisce ai semi di chia la capacità di resistenza insulinica. Gli acidi grassi contenuti (prevalentemente della classe degli omega) hanno funzioni benefiche per l’organismo per quanto riguarda il rapporto colesterolo buono/colesterolo cattivo aiutando ad abbassare i livelli del colesterolo e dei trigliceridi nel sangue. Da queste qualità trae vantaggio anche il cuore.
  • Utilissimi quindi, grazie alla regolazione del picco glicemico, nelle diete dimagranti.
  • Come le bacche di Goji, contengono una moltitudine di antiossidanti, hanno un valore di scala ORAC che, lo ricordiamo, misura la capacità antiossidante degli alimenti, di 98 micromoli TE/g, (Fonte: Nutritional Science Researche Institute), addirittura superiore a quello del mirtillo rosso americano che ha un valore di 90 micromoli TE/g, (fonte: USDA).

Come assumere i semi di chia?

Esistono tanti modi per integrare i semi di chia nella propria dieta, per esempio:

  • Si possono mangiare crude o dopo averle messe in ammollo in modo tale che rigonfino, sono un valido sostituto delle uova per i vegani.
  • Si possono saltate in padella nel riso e nelle verdure
  • Tali e quali nello yogurt, sopra l’insalata oppure dentro la macedonia
  • Il gel benefico per l’intestino può essere assunto come tale al mattino, preferibilmente a stomaco vuoto.
  • Nella preparazione di pani speciali se ne mettono circa 10 grammi.

Online comunque si possono trovare un sacco di ricette coi semi di chia davvero sfiziose.

Qual’è la dose giornaliera consigliata?

Una quantità pari a 20 g è la porzione giornaliera consigliata, più o meno un cucchiaio da minestra.

Quali sono le controindicazioni all’uso dei semi di Chia?

Nessuna controindicazione degna di nota finora ma ne sconsigliamo l’uso se si soffre di diverticolite. In gravidanza ed allattamento non sono conosciute controindicazioni.

Dove si possono comprare i semi di chia?

Gli scaffali di molti supermercati ormai sono ben forniti di questi semi. In ogni caso spesso le certificazioni Bio non sono riportate per cui è meglio acquistare solo i semi certificati in termini di metodo di coltivazione. Molte aziende vendono i semi di Chia, tra queste riportiamo i semi di Chia Probios ed i semi di chia fior si loto, rispettivamente in confezione da 150 g ed in confezione da 400 g.

Di seguito un elenco delle farmacie che vendono i semi di Chia ed il loro prezzo:

Semi di Chia Probios:

semi di chia probios

 

semi di chia prodotto biologico 150 g 2,53€ Compra Ora in Offerta!
fdl semi chia bio 150g 2,72€ Compra Ora in Offerta!
il fior di loto semi di chia bio 150 g 2,85€ Compra Ora in Offerta!
semi di chia bio 150 g 2,90€ Compra Ora in Offerta!

Confronta tutti i prezzi di semi di chia bio 150g

Semi di Chia Il fior di Loto

semi di chia fior di loto

 

semi di chia prodotto biologico 150 g 2,53€ Compra Ora in Offerta!
fdl semi chia bio 150g 2,72€ Compra Ora in Offerta!
il fior di loto semi di chia bio 150 g 2,85€ Compra Ora in Offerta!
semi di chia bio 150 g 2,90€ Compra Ora in Offerta!

Confronta tutti i prezzi di semi di chia bio 150g

Semi di Chia il fior di Loto 400g

semi chia bio 400g 5,73€ Compra Ora in Offerta!
il fior di loto semi di chia biologici 400 g 5,90€ Compra Ora in Offerta!
semi di chia bio fior di loto 400 grammi - antiossidanti 6,30€ Compra Ora in Offerta!
il fior di loto semi di chia biologico 400g 8,33€ Compra Ora in Offerta!

Confronta tutti i prezzi di semi di chia bio 400g

Quante varietà di Salvia esistono?

Le varietà di salvia sono davvero tante, ognuna con caratteristiche diverse e non tutte commestibili. Nel 2009, grazie agli studi scientifici in merito che avvalorano i loro poteri nutrizionali, i semi di chia sono stati inseriti nei registri degli ingredienti alimentari. La normativa vigente sancisce che questi possano essere venduti solo se preconfezionati con una dose giornaliera raccomandata in etichetta di 15 grammi. Grazie a queste qualità vi suggeriamo di annoverarlo tra i semi che non devono mai mancare nella vostra dispensa, insieme ai semi di cui abbiamo già avuto modo di parlare nell’articolo “7 tipi di semi da introdurre nell’alimentazione quotidiana“.